Triste e sconsolato!


Storia successa nel 2006 o 2007.

Lavoravo nel turno di notte in un distributore. Verso le 3:00 del mattino arriva un ragazzo di non più di 25 anni e mi fa cenno che non funziona la pompa. Io gli faccio cenno di entrare. Una volta entrato, gli dico che per utilizzare il distributore deve pagare prima con i soldi che vuole spendere o un bancomat/carta (in caso di resto gli avrei dato la differenza), in caso che voglia fare il pieno di lasciarmi la carta/bancomat in deposito o una quantità in contanti plausibile.


Prima di continuare con la storia è bene sapere che la vicenda si svolge in Spagna e che non tutti i distributori (sono rari) hanno le macchinette automatiche.

Mi dice che vuole fare 20€ e me li dà.

Quando ho visto il biglietto non sapevo se ridergli in faccia o chiedergli se stava scherzando. Era una fotocopia sui due lati, su un banale foglio da ufficio, mezzo sfocata, tagliata male e stropicciata.


Optai per una terza opzione. Fare il finto tonto.

Gli dissi che l'avevano fregato, che gli avevano dato un biglietto falso.

Mi disse che era il resto di una discoteca da dove era appena uscito.

Risposi di tornare lì e di dirglielo, però io non potevo fargli fare rifornimento con quella "banconota".

Se ne andò triste e sconsolato. Non potrò mai sapere se ha recitato la sua parte fino in fondo o se veramente l'avevano fregato.