Rispettare le regole

Aggiornato il: mar 23

Quest'estate al Rifugio.

Giorno X squilla il telefono.

Risponde il mio titolare e il signore al telefono chiede :"Buongiorno sono Piero, vorrei prenotare un tavolo per domenica all'aperto. Siamo in 8"

Il titolare "No guardi, in 8 in un tavolo non possiamo!"


"Ma dai!!! Come facciamo!!!?!?!?#@#"

"Signore non l'ho deciso io, sono le regole. Mi spiace"

Il tizio riattacca e sembra finire qui.

Il giorno dopo suona il telefono.

Risponde sempre il mio titolare.


"Buongiorno, vorrei prenotare un tavolo per domenica fuori. Siamo in 4. Sono Signora PincoPalla".

Perfetto, li segniamo in agenda.

Poco dopo, suona di nuovo il telefono:

"Salve, sono Giuseppina, vorrei prenotare per 4 domenica all'aperto"


Ok. Segnati.

Arriva domenica. Pienone di gente, delirio totale.

Ad un certo punto, io e la collega usciamo e vediamo che Giuseppina e PincoPalla stanno unendo i loro tavoli da 4. Mossa astuta quella di Piero: chiamare con due nomi diversi e poi unire i tavoli ma il cazziatone che hanno preso dal mio titolare lo sento ancora adesso


Edit: il mio titolare avrebbe proposto a Piero di dividere i tavoli, mettendoli comunque "vicini" (cioè non un tavolo in cima al cortile e l'altro dal lato opposto, per intenderci) ma il gentil Piero non prese bene il no del mio titolare, quindi in poche parole lo insultò e riattaccò il telefono


Ri- Edit: il senso del post è che la gente fa sempre come gli pare e piace, senza RISPETTARE LE REGOLE! Non stiamo parlando di multe o altro ma del fatto che ognuno fa sempre come cavolo gli pare