Manco a leggere...

Oggi, passante di Milano, porta Garibaldi, scale mobili.

Lei, vestitino attillato, borsetta mignon, e biglietto del treno nella destra

Lui t-shirt a righe (modello peli al vento), calzoni corti mimetici a mezza coscia e zaino gigante in spalla.


Urtano tutti i presenti, mentre corrono sulle scale, attirandosi bestemmie e imprecazioni

Ovviamente, nemmeno una parola di scuse

Li ritroviamo ai tornelli di uscita, bloccati

A p.ta Garibaldi, i tornelli sono impostati su "accesso libero ", basta spingerli per passare, il

display segnala "accesso libero ", loro si ostinano ad inserire il biglietto nella obliteratrice, bloccando i tornelli

Noi passiamo senza dire una parola

La signora mi indica col ditino e....


Come cazzo funzionano 'ste cose, non si aprono (la gente continua a passare, come se niente fosse)

Io, con un sorriso, le indico una porta a vetri, che so essere l'ingresso dei bagni del personale di trenord e, le dico :

Guardi, deve bussare e chiedere, la....


Passo il tornello, mentre lui e lei cominciano a bussare alla porta a vetri (ovviamente chiusa a chiave), urlacchiando...

Caxxo, che posto di mexxa, quando serve non c'è mai nessuno


Mi immagino la faccia del ferroviere che gli aprirà il tornello, dicendo "c'è SCRITTO: ACCESSO LIBERO, basta passare"