Incomprensioni

Aggiornamento: mar 23

Dal 2009 al ‘15 ho lavorato in un’azienda di customer care (modo figo per dire call center) che gestiva commesse di grosse aziende (di telefonia, gas, assicurazioni ecc): per chi non lo sapesse, esattamente come il vostro cellulare, quando un cliente chiama viene riconosciuto il numero e si apre la schermata del cliente, però a volte capita che o per

problemi tecnici o aggiornamento dei sistemi capita (o capitava, ora non saprei) che a volte per aprire la scheda del cliente, i dati dovevi inserirli a mano....

Doverosa premessa per capire quest’aneddoto: una mattina di luglio (credo fosse il 2010/11), mattinata super tranquilla, tra un cliente e l’altro passavano anche 5 minuti (chi

ha lavorato in un call center sa bene che è tantissimo) e io e il mio collega accanto cazzeggiavamo di brutto quando gli entra una chiamata:

Collega - “buongiorno sono xyz di *azienda*, come posso aiutarla?”

Cliente - “si salve sono il signor (spero di non infrangere nessuna regola) Katsipanos e mi

servirebbe ecc ecc...”

Coll - “come scusi? Lei è in sigor?”

Clt- “Ah si scusi, Katsipanos”

Coll - “ah... ok... mi scusi ma cazzi è il nome o il cognome?”

Clt - un paio di improperi e riattacca.


Inutile dire che stavo letteralmente sudando dal ridere

Il cliente un po’ di ragione l’aveva