Il coraggio


Altra storia di anni fa, chiama un tipo col Villone per delle pizze, ma la bimba dorme e invece di citofonare al portone principale devo suonare al cancello automatico. Niente di strano, se non fosse che appena il cancello automatico si apre inizia a corrermi incontro un cane grande quanto un cavallo.

Lo vedo lontano ed era già su di me ad odorare scarpe e pantaloni, non ho avuto "il coraggio" di fuggire ed eccomi infatti qui a scrivervi. Alla fine si rivela il padrone che col passo pigro prende le pizze e paga. Comunque bellissimo cane, tutto nero, almeno credo...o ero io svenuto?