Grazie a chi...


Volevo dire grazie a coloro che passano il piatto al cameriere,

a chi sorride al passante,

a chi chiede permesso.

A chi entra in punta di piedi

a chi si ferma sulla soglia per non disturbare,


a chi chiede 'posso?',

a chi si ferma per fare passare sulle strisce e ringrazia.

A chi non ha paura di una carezza,

a chi conosce il valore di un abbraccio,


a chi prepara il caffè la mattina

e a chi rimbocca le coperte la sera.

Se c'è una cosa che mi fa impazzire


è chi sa essere gentile,

chi, con un gesto, entra dentro

e non esce più.

(Anne) (lidia)