Così non si fa...


Pizzeria d'asporto in Emilia Romagna.

Venerdì 16 luglio sono stata la testimone di nozze di una mia carissima amica che si è sposata in Veneto, perciò ho tenuto chiuso facendo il trasferimento di chiamata per poter

avvisare chi avrebbe chiamato, pensando di fare una gentilezza verso i clienti.

Morale della favola, un paio si sono offesi a morte perché non li ho avvisati. Secondo loro, mettere un cartello in vetrina, scrivere su internet e fare il trasferimento di chiamata non è

stato sufficiente, avrei dovuto chiamare uno per uno tutti i miei clienti avvisandoli che avrei chiuso per un solo giorno.

Ps: Sabato 17 ho riaperto