Adolescenti...

Si sono sempre io, quella che fa tatuaggi. Oggi me n’è capitata una fresca fresca. Tatuo un ragazzo che viene con la fidanzata, per norme di igiene e sicurezza, non è concesso far entrare accompagnatori all’interno della stanza, devono aspettare in sala d’attesa.

La ragazzina, aveva pressappoco 15/16 anni, mentre discutevo col fidanzato della bozza, lei

mi interrompe dicendo “eh però a me non mi piace”

E io silenzio.

Il fidanzato mi dice che va bene, io le avevo solo lanciato un’occhiataccia fulminante.

Lei poi tutta scazzata va fuori, fa una telefonata e poi rientra, e mi fa “senti sta venendo mia madre così mi faccio un tatuaggio pure io” e io le rispondo “si certo, ma non me lo puoi dire

così su due piedi, ho altri clienti dopo di lui”

“Eh vabbè una cosa piccola, io intanto compilo.”

Io irritata al massimo. Stavo per sbottare. Faccio entrare il fidanzato, gli faccio lo stencil e vedo che lei lo chiama a ruota, a un certo punto lui risponde e poi mi fa “la mia ragazza mi

chiede quanto ci mettiamo” e io mi sono messa a ridere dal nervoso, poi gli dico “e io cosa ne posso sapere? Non abbiamo ancora iniziato, penso 1 oretta”

Siccome si sentiva tutto quello che diceva perché lei stava fuori, e i muri sembrano di carta velina, ha detto “ma che cazzo si ride questa tr0ia, quando mia sorella ha fatto il tatuaggio

sapeva già a che ora avrebbe finito” io poi inizio a lavorare, ho continuato a far finta di nulla e lei gli mandava messaggi a ruota scrivendo tipo “tra noi è finita, statti con la z0ccola che ti sta tatuando, mi hai rotto, lei è una persona che non si sa comportare io da questa non mi tatuo proprio”

Mi è caduto l’occhio, ammetto le mie colpe, ma non ce l’ho fatta più.


Ho preso e sono andata da lei, le ho detto “ascolta io non so se sei venuta a dare fastidio a chi sta lavorando o al tuo fidanzato, io sto lavorando e per colpa tua mi sto fermando ogni 5 minuti perché il tuo ragazzo deve rispondere ai tuoi messaggi. Visto che sono una persona

matura, io il tatuaggio non te lo faccio, perché ho altri appuntamenti dopo di te e perdite di tempo non ne voglio, lamentati con chi vuoi, ma hai stressato mezzo studio col tuo atteggiamento, ti tatua un mio collega”

Lei con la coda fra le gambe letteralmente, però eccheccazzo dai!

Voi che avreste fatto?